Farmaciauno

INFORMAZIONI E ARTICOLI

Virus dell'influenza A/H1N1

Meno pericoloso rispetto alle previsioni?
La nuova sindrome influenzale sembra mietere ancora vittime. Il ministero della salute è subito intervenuto per evitare il rischio di una pandemia (contagio del virus a tutti gli uomini) e sta distribuendo vaccini alle persone a rischio (con altri problemi e/o patologie in corso).

Il ministero della salute è intervenuto con numerose circolari a proposito del contagio del nuovo virus dell'influenza detta "suina".

Negli ultimi aggiornamenti il ministero ha dato nuove informazioni, sotto riportate.

Questo nuovo tipo di influenza è definita "Influenza respiratoria acuta"; si manifesta con i seguenti sintomi:
Febbre (non sempre presente), accompagnata da uno dei seguenti sintomi: tosse, cefalea, rinorrea (un'eccessiva produzione di muco da parte del naso), mal di gola, diarrea, vomito, mialgia (dolori muscolari).

Per ogni caso sospetto, vengono raccolti campioni biologici (tampone naso-faringeo e sangue per sierologia) in doppio, da inviare contemporaneamente al laboratorio di riferimento regionale ed al Centro Nazionale Influenza, Dipartimento Malattie Infettive, Parassitarie ed Immunomediate dell'Istituto Superiore di Sanità (DMIPI- ISS).

Come si capisce se si è contratta la malattia?
Solo se una persona, nei 7 giorni precedenti l'esordio della sintomatologia, ha avuto contatti ravvicinati con un caso umano sintomatico di influenza da nuovo virus A/H1N1; oppure se ha viaggiato o proviene da un'area nella quale siano stati confermati casi di influenza da nuovo virus A/H1N1.

I Casi sono stati classificati in:
Caso sospetto: una persona che risponda ai criteri clinici ed epidemiologici
Caso probabile: una persona che risponda ai criteri clinici ed epidemiologici e risulta positiva per infezione da virus dell'influenza A o di altro tipo non tipizzabile, oppure una persona che risponda ai criteri clinici ed abbia connessione epidemiologica con un caso confermato o probabile.
Caso confermato: una persona che risponda ai criteri clinici ed epidemiologici, con conferma di laboratorio per infezione da nuovo virus dell 'influenza A/H1N1.

Le indicazioni sopra riportate si applicano a soggetti con febbre e sintomi respiratori, provenienti da aree affette e che abbiano sviluppato i sintomi entro 7 giorni dal ritorno in Italia o che siano stati a stretto contatto con casi confennati di influenza umana da nuovo virus A/H1N1.

Misure per limitare la diffusione della malattia:

A)Isolamento di caso sospetto, probabile e confermato:
Isolamento domiciliare, se lo stato clinico lo consente, per almeno 7 giorni dall' insorgenza dei sintomi; con sorveglianza sanitaria attiva (che prevede misurazione della temperatura almeno due volte al giorno) effettuata dagli organi territoriali competenti.
Isolamento ospedaliero in caso di malattia grave.

B)Procedure durante il Triage clinico:
Evitare la permlanenza in sale d'attesa comuni.
Usare stanze dedicate per la valutazione clinica.
Per il trasporto dei casi sospetti, probabili e confermati anche dai punti di ingresso (es. dall'aeroporto, al centro di trattamento), utilizzare ambulanze dedicate.

C)Adozione delle principali norme igienico sanitarie e respiratorie da implementare anche al domicilio:

Lavaggio frequente delle mani (in assenza di acqua, uso di gel alcolici): fortemente raccomandato.
Buona igiene respiratoria (coprire bocca e naso quando si starnutisce o si tossisce, trattare i fazzoletti con detergenti e lavarsi le mani): raccomandato.
Isolamento volontario a casa delle persone con malattie respiratorie febbrili specie in fase iniziale: raccomandato.
Uso di mascherine da parte delle persone con sintomatologie influenzali, quando si trovano in ambienti sanitari (ospedali): raccomandato.
Sebbene mettere la mano (o un fazzoletto) davanti alla bocca o al naso, sia un gesto fortemente sottovalutato, esso rappresenta sicuramente l'intervento preventivo di prima scelta, ed è pratica riconosciuta dall'Organizzazione mondiale del la sanità, tra le più efficaci per il controllo della diffusione delle infezioni anche negli ospedali.


Fonte
Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

 



Problemi con carrello o registrazione?
Fai click qui.

Contattaci
380 2197672

ARGOMENTI

Cerca altri argomenti
Farmacia Santa Rita S.n.c. - Via degli Aviatori 86 - 71122 Foggia (FG) - Tel. 380 2197672 - Partita IVA 03230890711
Migliorshop Farmacia - Copyright 2006 - 2017 Sfera Design - Milano. Tutti i diritti sono riservati.