Farmaciauno

OFFERTE SPECIALI

Disponibile

€ 27,20  -20%

Disponibile

€ 10,32  -20%

Disponibile

€ 16,01  -31%

INFORMAZIONI E ARTICOLI

La Pediculosi

Patologia infettiva causata dai pidocchi
I pidocchi sono ectoparassiti, specie-specifici per l'uomo nei confronti del quale si comportano come veri e propri predatori di sangue

Pidocchi e loro tipologie

L'uomo può essere parassitato da 3 sottospecie di pidocchi: Pediculus Humanus varietà Capitis (pidocchi della testa), Pediculus Humanus varietà Corporis (pidocchi el corpo), Pthirus Pubis (pidocchi del pube).

I pidocchi sono parassiti che si cibano di sangue umano: succhiano il sangue che prelevano dal derma, grazie all'apparato buccale di cui sono dotati. Dopo essersi ancorati all'epidermide con i denti, fanno penetrare nel derma gli stiletti, che si orientano verso un vaso sanguigno, lo perforano e danno così avvio alla nutrizione.

La saliva che l'insetto riversa nella ferita è antigenica; conseguentemente il tessuto reagisce con una reazione infiammatoria, che si esprime con prurito e dermatite (es. papule eritematose).

I pidocchi dipendono completamente dall'ospite sia per la nutrizione che per il calore; infatti possono sopravvivere fuori dal corpo umano solo pochi giorni; le larve invece resistono a temperatura ambiente sino a 10 giorni.

Sintomi di infestazione

Il sintomo principale dell'affezione, nel caso del pidocchio della testa, è costituito da prurito al cuoio capelluto, che può portare ad escoriazioni, con lesioni da grattamento, sovrainfezioni e linfoadenopatie cervicali.

Il prurito può persistere per breve tempo dopo il trattamento, senza che questo indichi il fallimento della terapia; il prurito può sussistere in caso di reazioni di ipersensibilità alla saliva dei pidocchi o essere riconducibile ad una eziologia psicogena (parassitofobia).

Il pidocchio della testa si riconosce ad occhio nudo. Anche le uova piene e quelle svuotate sono facilmente identificabili, e si localizzano preferibilmente nelle regioni parietali, retroauricolari e nelle occipitali. Raramente il PHC infesta la barba, le ciglia ed altre sedi pilifere.

Il PHC non è veicolo di infezioni, ovvero non provoca la diffusione di microrganismi patogeni per l'uomo.

L'infestazione causata dal pidocchio della testa (PHC) è più frequente nei bambini (dai 3 agli 11 anni, soprattutto di sesso femminile) rispetto agli adulti, nelle aree urbane rispetto a quelle rurali.

Si stima che il 10% dei bambini in età scolare possa essere infestato da PHC. La frequenza è molto bassa nelle popolazioni di colore, per il tipo di capelli che non consentono al parassita di aderire al fusto del pelo.

Il contagio avviene quasi esclusivamente per trasmissione diretta da un individuo infestato, oppure indirettamente, per contatto con pettini, spazzole, cappelli o altri indumenti o con la biancheria del letto.

La pediculosi della testa è una infestazione riscontrabile in persone di tutti i gruppi socio-economici; fattori considerati di rischio, quale la scarsa igiene personale o la lunghezza dei capelli, sembrano avere un ruolo marginale o addirittura nullo.

L'infestazione registra la più elevata incidenza a fine estate ed inizio autunno.

Consigli utili

Nel caso di infestazione possono essere utili alcune informazioni per affrontare il problema.

  • Prima di tutto intervenire con l'applicazione di un prodotto specifico contro i pidocchi.

    Subito dopo il trattamento contro i pidocchi utilizzare un pettine a denti molto fini per rimuovere le lendini non più vitali.
  • Nel caso che il contagio sia avvenuto anche in un solo familiare, devono comunque essere trattati contemporaneamente anche tutti gli altri componenti del nucleo.
  • Lavare con acqua bollente i tessuti che il soggetto infestato può aver toccato (indumenti personali, biancheria da letto, asciugamani).
  • Lavare tutti gli oggetti venuti a contatto con il soggetto infestato (pettini, spazzole, fermagli) tenendoli in acqua bollente con sapone o shampoo antipediculosi per 2 ore.
  • Conservare in un sacchetto di plastica ben chiuso per due settimane gli oggetti o i giocattoli (ad es. animali di pelouche) che sono venuti a contatto con il soggetto infestato e non possono essere lavati.

 



Problemi con carrello o registrazione?
Fai click qui.

Contattaci
380 2197672

ARGOMENTI

Cerca altri argomenti
Farmacia Santa Rita S.n.c. - Via degli Aviatori 86 - 71122 Foggia (FG) - Tel. 380 2197672 - Partita IVA 03230890711
Migliorshop Farmacia - Copyright 2006 - 2017 Sfera Design - Milano. Tutti i diritti sono riservati.