Farmaciauno

OFFERTE SPECIALI

Disponibile

€ 12,16  -20%

Disponibile

25,50

Disponibile

€ 11,99  -15%

INFORMAZIONI E ARTICOLI

L'influenza un malanno che arriva con il nuovo anno

A Gennaio comincia il rischio di contagio
Per evitare il contagio basta utilizzare le corrette misure preventive, che si basano su metodi per contenere la diffusione del virus e sulla vaccinazione per prevenire la malattia

Che cos'é l'influenza?

La sindrome influenzale è un'infezione delle vie respiratorie, soprattutto del naso, della gola e dei polmoni.

E' causata da più di duecento ceppi e specie virali che determinano sintomi tipici, ma aspecifici per il singolo agente. Questi virus cambiano continuamente: così ogni anno il ceppo virale predominante in circolazione è diverso da quello degli anni precedenti.
Ci sono 3 tipi di virus influenzali: A, B e C. La maggior parte delle epidemie di influenza è causata dai virus di tipo A.

Spesso le persone che pensano di avere l'influenza hanno solo un brutto raffreddore.
La cosiddetta “influenza intestinale” è un'infezione gastrointestinale causata da virus diversi da quelli dell'influenza e, in alcuni casi, è una scorciatoia diagnostica per tossinfezioni alimentari di origine incerta.

I virus influenzali si diffondono facilmente da una persona all'altra, perchè si diffondono attraverso le vie aeree (starnuti, colpi di tosse...).




Chi si ammala di influenza?

Tutti possono ammalarsi di influenza. I tassi più elevati di malattia si hanno di solito nei bambini in età scolare.

Il numero di ammalati ogni anno dipende in gran parte dalla quantità di soggetti che sono suscettibili al virus circolante.
Il numero di suscettibili dipende, a sua volta, dal numero di persone che si sono infettate negli anni precedenti con virus simili a quello circolante, derivandone uno stato di immunità.

I virus influenzali cambiano continuamente. Quando il cambiamento è molto rilevante i soggetti immuni sono pochissimi e il virus si diffonde liberamente provocando grandi epidemie influenzali.
Fortunatamente questa eventualità si verifica molto raramente, nel corso delle cosiddette "pandemie", quando la malattia può interessare simultaneamente milioni di persone nel mondo.


Cosa fare per evitare di ammalarsi di influenza

  • dormire a sufficienza
  • mangiare in modo sano e regolare (dieta equilibrata abbondando in frutta e verdura)
  • fare esercizio fisico regolare
  • chiedere al proprio medico informazioni sulla opportunità della vaccinazione
  • evitare il contatto con chi ha l'influenza
  • lavarsi le mani molto spesso e non toccarsi la bocca, il naso e gli occhi
  • non condividere con altre persone oggetti personali, come asciugamani e posate




Quali sono i sintomi?


Possono variare da persona a persona, ma solitamente negli adulti e negli anziani consistono in:

  • febbre (temperatura superiore a 38,5°C);
  • almeno un sintomo respiratorio:
    • tosse
    • naso che cola
    • gola arrossata
    • respirazione difficoltosa
  • sintomi generali:
    • brividi
    • dolori muscolari (persino intorno agli occhi)
    • mal di testa
    • debolezza




Cosa fare quando si ha l'influenza?


La maggior parte delle persone ammalate non richiede un vero e proprio trattamento. Essendo una malattia virale gli antibiotici non servono (a meno che il medico non li ritenga necessari per curare complicazioni batteriche) e la terapia consiste nel limitare i sintomi.

  • Bisogna stare a casa a riposo (questo riduce anche la diffusione della malattia)
  • Bisogna bere molti liquidi per evitare la disidratazione (dovuta alla febbre)
  • Per il controllo della febbre e per il sollievo della sintomatologia dolorosa è indicato l'uso di antipiretici e antiinfiammatori non steroidei. Il paracetamolo e l'ibuprofenesono raccomandati per la loro relativa sicurezza ed efficacia nei bambini
  • Non dare aspirina ai bambini per evitare il rischio di una rara e grave complicazione neurologica chiamata sindrome di Reye
  • Alimentarsi in modo equilibrato e corretto (privilegiando cibi facilmente digeribili, abbondando in frutta e verdura).
  • Non fumare



Quando é necessario chiamare il medico?


  • quando ci si sente improvvisamente peggio
  • quando si ha la febbre oltre 39°C per più di 2 giorni
  • quando il respiro diventa affannoso
  • quando si hanno forti dolori alla testa, alle orecchie, al viso o ai denti
  • quando si ha una tosse persistente produttiva (con catarro)
  • quando c'è un grave mal di gola
  • se si sta male per più di 10 giorni



I soggetti a rischio di complicazioni


Gli anziani hanno un rischio maggiore di conseguenze gravi come la polmonite, perché spesso hanno altre patologie, che riducono la resistenza all'infezione. Inoltre, negli anziani, la risposta immunitaria può essere meno efficace.

I gruppi ad alto rischio includono gli individui affetti da malattie cardiache, respiratorie o immunitarie, che li rendono più vulnerabili all'influenza e più facilmente aggredibili da altre malattie respiratorie.



Problemi con carrello o registrazione?
Fai click qui.

Contattaci
380 2197672

ARGOMENTI

Cerca altri argomenti
Farmacia Santa Rita S.n.c. - Via degli Aviatori 86 - 71122 Foggia (FG) - Tel. 380 2197672 - Partita IVA 03230890711
Migliorshop Farmacia - Copyright 2006 - 2017 Sfera Design - Milano. Tutti i diritti sono riservati.